Abbiamo deciso di non fare un hardfork ma direttamente uno SWAP.

Stiamo lavorando da luglio 2019 ininterrotamente. Se non lo sai ancora inizio con lo spiegarti le ragioni che hanno portato allo SWAP. Intanto ricordandoti di che si tratta:

Lo Swap di una crittovaluta non è altro che il passaggio da un tipo di blockchain ad un altro. Invece di impazzire a modificare la blockchain corrente, si sposta tutto su una nuova, evidentemente per avere maggiori vantaggi tecnologici che ti spiego in seguito.

Per fare lo swap abbiamo preparato un nuovo sito, che sarà comunicato presto non appena saremo pronti, con le dovuto spiegazioni. In questo sito ognuno di voi che ha dei wallet Desktop suil proprio PC, potrà depositartli sul sito di swap creandosi un proprio account e ricevendo indirizzo DCY per il deposito. A quel punto il sito andrà a convertire un pari numero di Nuovi Dinastycoin su un nuovo indirizzo  da cui  si potrà prelevare e spostare  ovunque e quindi utilizzare su exchange e sul sito di ecommerce dell’associazione.

Le ragioni per cui facciamo questo grande lavoro, è ridare vitalità al Dinastycoin, che nel 2018 aveva subito gravi attacchi sulla blockchain da parte dei Minatori ASIC, proprio nel momento in cui il Dinastycoin stava crescendo ed era diventato la moneta più profittevole di tutto il parco crittovalute conosciute. Questo ne ha sancito anche la condanna poichè la oimunitò dei minatori “normali” non era abbastanza forte da sostenere l’impatto degli ASIC che hano visto la grande opporetunità del Dinastycoin, disinteressati ai danni che avrebbero potuto creare. 

L’intervento degli asic aveve fatto si che pochi minatori accumulassero tanti dinastycoin, facendo anche decrescere il valore come sempre accade in queste occasioni. Dinastycoin è nato con tecnologia cryptonote perchè è una tecnologia paritaria. Cioè che permette a tutti di poter minare la crittovaluta coin normali PC. E cosi è strato sino al marzo del 2018 quando gli ASIC Cyrptonote si sono riversati massicciamente sulla nostra blockchain, stroncandola in 3 mesi, creando tante chain alternative che nel giugno 2018 ci hanno costretto a fermarla per 2 mesi.

Siamo ripartiti con alcune modifiche ai blocchi a ottobre 2018 e già a cavallo tra novembre e dicembre il Dinastycoin era diventato la moneta più scambiata con il bitcoin su Cryptopia. E il valore aveva ripreso a salire. Proprio poco9 prima che Cryptopia venisse hackerato. Questo secondo evento ha fatto ulteriormente porecipitare fiducia e di conseguenza il valore del dinastycoin che rimaneva scambiabile solo su btc-alpha.com e cryptonote.exchange con volumi molto bassi.

Mentr molti anche nella comunity ci davano per spacciati, abbiamo tirato fuori le unghie convinti di essere nel giusto e di combattare una giusta causa. E di qui come primo passo per la rinascita arriva lo SWAP.

A questo farà subito seguito l’introduzione in alcuni degli exchange top 20 o top 10, con grande dispendio di energie anche economiche, ma che unitamente alla promozione che questi exchange faranno ai loro membri (centinaia di migliaia), dovrebbe far tornare volumi significativi.

Ci sono numerose variazioni che stiamo apportando alla roadmap di Dinastrycoin e dinasty of freedom. La più importante delle quali è il matrimonio indissolubile che si è creato con Osservatoriodirittiumani.org, dal quale abbiamo avuto anche incarico di rifare per modernizzarlo l’intero sito, aggiornandolo con le evoluzioni che la comunità degli autodeterminati italiani ha avuto nell’ultimo anno.

La confederezione nascente è una delle più importanti novità epocali, unita all’idea di creare delle aree extraterritoriali in italia dove sviluppare la nuova economia al di fuori dello stato italia spa.